Sospensione posteriore

I problemi del monoammortizzatore

Sospensione posteriore cedevole

La sospensione posteriore del Transalp ha la possibilità di essere regolata nel precarico molla per adeguarla al peso del passeggero e degli eventuali bagagli. Non è un operazione molto agevole.
Avvitando le ghiere si comprime la molla e quindi si aumenta il sostegno. In due con bagagli si arriva facilmente al massimo della compressione, attenzione però, più la molla è caricata più l’idraulica lavora e la moto con il solo pilota tenderà a rimbalzare sulle buche.
Se nonostante questo la moto rimane “seduta” vuol dire che la molla è snervata. Premesso che una molla di buona qualità non dovrebbe mai snervarsi mentre sui Ta (in particolare i 600) pare succeda con una certa frequenza, vediamo cosa poter fare. Se la parte idraulica è ancora buona (vedi caso successivo) può essere sostituita la sola molla (ottima quella della Hiperpro) viceversa bisogna cambiare tutto il mono. Sul modello 650 vi é anche una regolazione del freno in compressione che può aiutare. Regolatela su Hard.

Sospensione posteriore saltellante e instabile

Al contrario della molla, l’idraulica dell’ammortizzatore originale pur non essendo particolarmente raffinata è molto resistente e affidabile (in particolare sui modelli 600) arrivando a percorrere anche 100.000km senza problemi. Ma se vi accorgete che dopo una buca la moto tende ad ondeggiare e rimbalzare, probabilmente la parte idraulica del monoammortizzatore è “andata”. Per verificarla con precisione bisogna smontare il mono, privarlo della molla e caricare l’idraulica con un peso di 30 kg, deve cedere 1 cm. Se è usurata già con pochi Kg si comprimerà vistosamente e probabilmente si noteranno perdite d’olio.
Se è evidentemente usurata l’unica soluzione è sostituire l’intero monoammortizzatore. Originale è particolarmente costoso mentre il mercato After market è più abbordabile, si spazia dai 350E di un Ikon con utile regolazione idraulica in estensione ai pluriregolabili Ohlins, WP e Hiperpro che arrivano a 1000E. Se lo acquisti usato, ricordati che ve ne sono tre tipi differenti, per il 600 degli anni 87-88 (riconoscibili per gli ugelli di ingrassaggio sui leveraggi) per i restanti 600 (fino al 99) e per il 650 (dal 200-2007). I primi due sono intercambiabili a patto di sostituire l'intero leveraggio.

Perdita d’olio dalla sospensione

Vedi caso precedente

Giochi e rumorosità

Se (a ruota posteriore sollevata da terra) afferrando il forcellone e muovendolo con vigore a dx-sx si notano dei giochi, probabilmente si sono rovinati i cuscinetti ad aghi su cui ruota. Bisogna sfilare il perno forcellone, rimuovere il forcellone e sostituire i cuscinetti in esso alloggiati (capita molto raramenti si rovinino).
Anche il leveraggio Pro-Link dell'ammortizzatore ruota su cuscinetti: a strisciamento: per i modelli dei primissimi anni, ad aghi, per tutti i modelli successivi. Se sollevando e abbassando il forcellone si sentono giochi o rumorosità molto probabilmente i cuscinetti sono danneggiati e vanno sostituiti.

N.b. su modelli dotati di cuscinetti a stisciamento ci sono appositi ugelli per innestare l'ingrassatore e lubrificarli, un operazione da fare periodicamente altrimenti diventano rumorosi e si usurano. Basta recarsi da un qualunque meccanico anche di auto e fare un paio di pompate con l'ingrassatore (senza esagerare altrimenti saltano i parapolvere).