Perdita benzina

Perdita benzina dai collettori

Con una certa frequenza si hanno dei trafilaggi di benzina dai collettori di aspirazione che generano delle macchie nerastre/rossastre all'interno della V dei cilindri.

Capita di scambiare questa perdita con trafilaggi d'olio in particolare per il cilindro anteriore dove la benzina che scende in piccolissima quantità, arrivata alla giunzione testa/cilindro segue la guarnizione e provoca degli aloni sul lato del cilindro proprio in prossimità della guarnizione. Con l'uso della benzina verde il colore è passato dal marroncino al grigiastro (in foto perdite di benzina prevalentemente rossa).

immagine

Sui modelli più recenti 600 e 650, forse per l'utilizzo di collettori meno elastici le perdite possono essere consistenti tali da imbrattare anche il basamento (sempre tra la V dei cilindri), difficilmente scambiabili con perdite di olio (olio di colore verde!!???).

Per rimediare non si perdono più di 10 minuti, anzitutto si verifica che i manicotti siano perfettamente infilati sul carburatore poi che le fascette siano serrate (sono due per ogni collettore, la perdita è dovuta a quella inferiore), se così è si passa alla seconda fase, si svita completamente la fascetta inferiore senza rimuoverla (attenzione al dado, su alcuni modelli non è fissato alla fascetta e nello svitare la vite cade) si estrae la vite ed il nottolino posto tra i due ganci della fascetta, con una mola lo si riduce (può andar bene dimezzarlo) in modo che la fascetta stringa di più i collettori, volendo si puó eliminarlo del tutto, ma non tirate troppo le viti si potrebbe rovinare la gomma.

Si fa il lavoro per le 4 fascette (due per cilindro) si rimonta, si tira la vite e voilà la perdita scompare.

immagine

immagine

Articoli - Correlati