Faro allo Xeno

Come installare una lampada allo xeno nel fanale del transalp

Difficoltà: medio
Attrezzatura: di base

ATTENZIONE: assicurati che questa modifica sia permessa dal Codice della Strada del tuo paese.

 

Scegliendo il kit adatto per il tuo faro, puoi trasformarlo da normale alogeno in vero faro allo xeno a scarica di gas. Parliamo di vero xeno, quello che viene montato su richiesta dalle case automobilistiche , quelle auto che quando le si incontrano , vediamo il centro del faro bianco intenso / azzurro. Non parliamo delle lampade alogene con il vetro colorato di azzurro che producono un leggera luce più bianca o le "plasma xenon" che hanno si un gas leggermente differente ma sono sostanzialmente delle normali lampade ad incandescenza.

Queste sono vere lampade allo xeno con potere luminoso quasi 3 volte maggiore quello dei fari originali (3200 lumen di un xenon contro i 1200 lumen di una alogena tradizionale), la luce emessa è bianchissima ed il consumo della corrente è di soli 35 W. Tutto questo dovuto al fatto che non sono lampade a incandescenza non hanno un filamento come le tradizionali lampade, ma una semplice ampolla caricata di una miscela di gas con due elettrodi impiantati che alimentati tramite le ballast incendiano il gas dell'ampolla.

Il ballast alla accensione invia scariche ad una tensione di 24.000V alla lampada, essa viene accesa e quando la lampada si innesca, la ballast diminuisce gradualmente la tensione fino a 85V e da questo momento viene mantenuta accesa costantemente con questa tensione.
Il transalp monta una lampadina H4 per cui con doppio filamento, i kit che si possono montare sono due, il BiXeno cioè anabbagliante e abbagliante allo xeno oppure Xeno/Alogeno, cioè anabbagliante Xeno e abbagliante alogeno (lampadina in figura)

immagine

la differenza tra i due kit è che nel primo quello BiXeno troviamo una copertura mobile che fa passare il fascio luminoso da anabbagliante ad abbagliante questo purtroppo può essere scomodo nei lampeggi perché il meccanismo in alcune versioni é un po' lento nel movimento mentre negli ultimi kit pare sia molto più veloce. La versione Xeno/Alo invece ha una lampadina tradizionale come abbagliante e fa si che si possa utilizzare il lampeggio. Questo in teoria, in pratica purtroppo il fascio luminoso dell'anabbagliante è talmente forte che la lampadina tradizionale alogena (solitamente da soli 35W) non si riesce a vedere tanto.

Per il montaggio all'interno delle confezioni si trovano solitamente istruzioni dettagliate e tutto il materiale necessario. Comunque i due kit sono differenti nel cablaggio: il bixeno ha bisogno di una alimentazione ausiliaria che va presa dalla batteria, mentre lo xeno/alo non ne ha bisogno, ma alcuni kit, per il fatto che nell'accendere l'abbagliante la moto spegne l'anabbagliante (tranne nel lampeggio) avrà bisogno di un diodo (da 10A) che tenga sempre acceso l'anabbagliante quando passiamo all'abbagliante, diodo che andrà collegato tra il filo Blu e il bianco dell'impianto originale con la "punta" (il lato con la linea bianca) rivolta verdo il filo bianco.

Veniamo al montaggio sulla nostra moto, io ho montato uno xeno/alo che vedete qui:

immagine

comunque le fasi sono simili: prima di tutto va rimossa la lampadina originale,

immagine

per farlo togliamo il paraspruzzi sulla forcella e saliamo con la mano dalla carena, troviamo il cablaggio originale e lo stacchiamo dalla lampadina, rimuoviamo il copri lampada di gomma e togliamo la lampadina originale, adesso prima di istallare la lampada Xeno dobbiamo trovare una posizione alla centralina io l'ho montata sulla fiancata SX utilizzando la vite di attacco della carena, ma prossimamente la sposterò sopra il faro all'interno della carena.
Per questo posizionamento però bisogna smontare il frontale della carena come vediamo in questa foto di Roberto e solo sui modelli più vecchi c'é spazio in abbondanza.

centralina xenon

Una volta fissata la centralina si può procedere al collegamento del kit la troveremo (come si può vedere nella foto sopra) abbiamo un filo rosso con un fastom tradizionale e uno nero che escono dalla guaina quello nero avrà un'altro filo che si unisce sempre nero che esce dalla lampadina, il rosso è il positivo il nero è il negativo, l'altro nero che esce dalla lampadina è il positivo dell'abbagliante.

immagine

Con un tester controllate la polarità del connettore originale.
Prima di collegare i cablaggi fate passare i cavi all'interno dell'anello con la molla che serve a tenere in posizione la lampadina che abbiamo rimosso prima questo perché a differenza della lampadina tradizionale questa dobbiamo montarla già con i cavi collegati in quanto poi non sarebbe possibile per questioni di lunghezza collegarli successivamente, una volta trovate le polarità e aver ben preparato l'attacco a T presente nella confezione (essendo per tutte le moto deve essere ultimato da voi per poter rispettare le polarità, colleghiamo il tutto e rimontiamo la lampadina facendo attenzione a non toccarla con le le mani, è la parte più difficile perché reinserire la lampadina già di per sé è difficile lavorare con cavi e alla cieca non aiuta di sicuro ma con un po' di pazienza ci si riesce.....

Adesso colleghiamo i cavi che arrivano dalla lampadina alla centralina e quelli che escono dalla centralina alla lampada il kit è montato, in 30 minuti dovreste riuscire a montare tutto.
Accendete la moto lasciate al minimo per qualche minuto e poi accendete il faro e vedrete il risultato del vostro lavoro la foto a sinistra è il faro con lampada alogena (si ringrazia il Manzini per la foto!) e quella a DX è il kit Xeno montato.

immagine
Potenza faro allo Xeno



Visione notturna del faro allo Xeno

Altre immagini inviate da Roberto R. dove é evidente la differenza tra una lampada ad incandescenza e una a gas. Roberto ha montato un kit bixeno e la velocità di commutazione anabbagliate/abbagliante dice sia molto rapida.

immagine
Confronto dei fari anabbaglianti
immagine
Confronto fari abbaglianti