Installare un tachimetro da bici

Difficoltà: facile
Attrezzatura: in dotazione
Attrezzatura speciale: Saldatore a stagno

Come installare un contakm addizionale

L'installazione di un contachilometri supplementare è molto utile sia perché quello originale è soggetto a guasti, sia per avere uno strumento più completo e preciso.

La scelta ricade molto spesso su economici ma estremamente funzionali contakm da bici. Ve ne sono di molti modelli e si prestano quasi tutti, purché abbiano la possibilità di misurare velocità superiori ai 100 all’ora (alcuni arrivano solo a 99) Evitate anche i modelli senza filo, funzionano solo sulle bici ma sulle moto la distanza e le componenti metalliche non permettono la trasmissione radio del segnale. Nelle illustrazioni è stato utilizzato un affidabile Sigma 300 il modello base della Sigma con sole tre funzioni.

Questi strumenti si compongono di quattro elementi: lo strumento vero e proprio con il suo supporto, il sensore di lettura, il cavo che collega questi due componenti e un magnete per la lettura dei giri ruota.

tachimetro da bici



Come procedere:

 

    1. Prima cosa andrà allungato (solitamente di circa 20-40 cm) il cavo di collegamento, posizionate provvisoriamente il display e il sensore e verificate di quanto va allungato il cavo. Giuntate un pezzo di piattina a due fili di piccola sezione, meglio se saldandola e siolandola bene con della guaina termorestringente. Volendo fare un lavoro certosino prima di fare le ultime due saldature si può inserire tutto il cavo in una guaina più grande in modo da proteggere meglio il cavo e nascondere le giunzioni.

 

    1. Ora fissate al manubrio il display, nella posizione che più vi piace e fate scendere cavo e sensore, curate bene i passaggi del cavo per evitare che si impiglio o strappi, l’ideale è con delle piccole fascette da elettricista fissarlo ai tubi freno che scendono.

 

tachimetro su manubrio
    1. Cercate il punto dove fissare il magnete. Il magnete originale è fatto per essere fissato ai raggi, ma nel caso del Transalp è una posizione inadatta per l’impossibilità di mettere il sensore sufficientemente vicino (max. distanza è di solito di 5mm). Se il magnete originale per la forma non si presta a essere ben posizionato potete sostituirlo con uno più piccolo ma molto potente (al neodimio) di forma cilindrico di quelli che si usano per appendere fogli sulle lavagne metalliche come vedete privato della ricopertura nella foto.

 

magnete tachimetro
    1. Praticate un foro (o uno spacco a seconda della forma del vostro magnete) nel disco di plastica che copre il mozzo e fissatevi con della colla (ottima l’epossidica bicomponente) il magnete.

 

foro magnete
    1. Fissate con delle lunghe fascette da elettricista il sensore sul gambale della forcella posizionandolo correttamente rispetto al magnete dal quale deve rimanere a una distanza di pochi mm.

 

fascette

 

    1. Fate girare la ruota e verificate che funzioni, se non va provare a avvicinare o allontanare il sensore dal magnete.

 

    1. Ora non vi resta che programmare il vostro computerino con l’esatta circonferenza della ruota, per fare questo, con la moto in ordine di marcia avanzate di un giro ruota (ma per aumentare la precisione l’ideale è avanzare di almeno due o tre giri) ora misurate la distanza percorsa in un giro della ruota. Questa distanza varia con l’usura delle gomme, 2155mm dovrebbero essere un buon compromesso per i modelli con ruota da 21 pollici (Transalp 600-650).

 

    1. Prova la moto se hai fatto una misura precisa vedrai che la velocità sarà leggermente (5-10%) inferiore a quella indicata dall’ottimistico strumento di serie, se hai differenze molto consistenti ricontrolla la posizione del sensore.

 

      Grazie per questa pagina a Alex.